Baita Segantini, Passo Rolle

Baita Segantini



Baita Segantini nei pressi di Passo Rolle: uno dei trekking più classici di tutte le Dolomiti, una facile gita che ci porterà in luoghi davvero affascinanti. Baita Segantini è famosa per la sua storia, per la sua posizione incredibilmente panoramica e per la centralità rispetto a molti bellissimi percorsi.

Storia

Fu costruita nel 1936 dall’artista Alfredo Paluselli che qui visse in solitudine per 35 lunghi anni, in contatto con le forze della natura che lo ispiravano nelle sue creazioni pittoriche e poetiche. Paluselli costruì Baita Segantini ricavandola da un secolare tabià di Bellamonte che acquistò, smontò, trasportò con il carro e ricostruì lì dove ora sorge la Baita. Prima di fare questo dovette tracciare con badile e piccone la strada che ancora oggi sale fino a lì (ricavata da un vecchio percorso risalente alla prima guerra mondiale).

Il laghetto

Deviando un piccolo rio creò anche un piccolo laghetto proprio di fronte alla nuova costruzione. Il suo desiderio era di poter ammirare la sua Baita riflessa in quelle acque assieme al panorama unico delle Pale di San Martino e soprattutto del suo amato Cimon della Pala. Ora quell’immagine esteticamente perfetta è uno dei panorami più fotografati di tutte le Dolomiti. Paluselli dedicò la Baita a Giovanni Segantini, noto pittore paesaggista di Arco (TN) che egli ammirava come un maestro pur avendo vissuto dopo la usa opera.

Il libro e lo spettacolo teatrale

L’emozionante storia di Alfredo Paluselli e di Baita Segantini è stata raccontata nel libro “Vento da Nord” scritto dal nipote omonimo ed edito da Edizioni Dolomiti. Da questo libro il regista Mario Vanzo ha tratto uno spettacolo teatrale emozionante con la partecipazione speciale di Mario Zucca.

Come arrivare

Baita Segantini è raggiungibile essenzialmente con tre percorsi diversi:

  • Percorso da Passo Rolle

    Quello che da Passo Rolle porta a Baita Segantini è un facile trekking di due chilometri (che diventano tre seguendo la strada carrozzabile). Partendo dai 1984 metri s.l.m. di Passo Rolle il percorso porta in circa quaranta minuti ai 2170 metri s.l.m. di Baita Segantini. Durante la salita si passerà anche per la suggestiva Capanna Cervino, così chiamata per via della somiglianza del Cimon della Pala con il fratello delle alpi centrali.
    È possibile parcheggiare in due punti:
    -Presso il piccolo parcheggio sito nella località dove una volta partiva la seggiovia Segantini sarà facile trovare le indicazioni per Capanna Cervino e Baita Segantini situate proprio dove comincia la strada sterrata (il parcheggio salendo da San Martino di Castrozza si trova circa 2Km dopo Malga Fosse, salendo da Predazzo si trova invece dopo l’abitato del passo, dopo la caserma della Guardia di Finanza).
    -Dal grande parcheggio del passo dal quale con una breve passeggiata di 400 metri sarà possibile ricongiungersi al percorso sopra descritto.
    La segnaletica è ampia e visibile. La strada sterrata, accessibile anche a passeggini, in determinati periodi (solitamente primavera e autunno) è percorribile anche in automobile.
    Tempo: circa 40″, dislivello mt. 200.

  • Percorso dalla Val Venegia

    Salendo dalla Val di Fiemme svoltare verso il passo Valles e poco dopo parcheggiare presso la località Pian dei Casoni.Da qui si prosegue lungo la strada forestale della Val Venegia fino a raggiungere prima la Malga Venegiota, quindi, sempre seguendo la strada forestale, con un continuo susseguirsi di vedute panoramiche sul Monte Mulaz (mt. 2906), sulla Cima dei Bureloni (mt. 3130), sulla Cima della Vezzana (mt. 3192, la cima più alta delle Pale di San Martino), e lo spettacolare Cimon della Pala (mt. 3186, una delle più famose cime dolomitiche in assoluto), si arriva alla famosa Baita Segantini (mt. 2170), un eccezionale belvedere sulle Pale di San Martino e non solo.
    Tempo: circa due ore, dislivello di mt. 550.

  • Percorso da Malga Juribello

    Proponiamo anche una piacevole variante per arrivare a Baita Segantini: quella che parte da Malga Juribello (mt. 1868). Per questo percorso parcheggiare a 5km di distanza da passo Rolle nell’area con chiare indicazioni per Malga Juribello (il parcheggio si trova dopo Passo Rolle per chi arriva da San Martino, per chi invece arriva da Predazzo si trova a circa due km dopo Paneveggio). Da qui seguire il facile sentiero per malga Juribello, una una volta raggiunta deviare in direzione di Capanna Cervino e poi proseguire per Baita Segantini seguendo le facili indicazioni. Il percorso tra Malga Juribello e Capanna Cervino sarà dominato (sulla sinistra) dalla cima Castellazzo sulla quale cima si potrà intravedere la statua in marmo bianco del Cristo Pensante.
    Tempo: circa due ore, dislivello di mt. 332.I percorsi sopra descritti sono collegabili l’uno con l’altro. Per esempio è possibile partire da Malga Juribello, arrivare a Baita Segantini e scendere verso il Passo Rolle, oppure verso la Val Venegia… oppure viceversa… oppure… fatevi trasportare dalla fantasia!

Servizio di trasporto pubblico per Baita Segantini

In estate la stradina è percorsa anche da un comodo servizio navetta con frequenti corse fino alla Segantini. I dettagli per la stagione estiva 2016 saranno presto messi on-line.

Testi: Alfredo Paluselli

Percorso da Passo Rolle:

TrentinoGift.it

Percorso da Val Venegia:


Percorso da Malga Juribello:


Nota importante:

Per la massima sicurezza di chi si reca in montagna si raccomanda un’integrazione informativa tramite libri, mappe topografiche e/o informazioni provenienti da personale qualificato.
Le indicazioni fornite in questo sito sono puramente indicative e calcolate sul tempo di percorrenza di un escursionista medio. Questo sito e i suoi autori non si assumono nessuna responsabilità nel caso di incidenti, errori di percorso o altri disguidi che possano accadere a seguito della consultazione di queste pagine e dei relativi estratti di cartina. 

Qui trovi i libri della zona di Passo Rolle  |   Qui trovi le mappe della zona di Passo Rolle


 

Commenti Facebook
Riflessi nelle Dolomiti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *