Sentiero dei Finanzieri, Passo Rolle

Sentiero dei Finanzieri


Sentiero dei Finanzieri, Passo Rolle

Proponiamo oggi una facile camminata da Passo Rolle a San Martino di Castrozza. Per il rientro esistono varie possibilità che descriveremo al termine dell’articolo. Il sentiero si può ovviamente percorrere anche in senso inverso rispetto a quello descritto (da Colverde a Malga Fosse di sopra).

Percorso

Parcheggiata l’auto presso Malga Fosse di sopra (mt.1935) imbocchiamo il sentiero 712 seguendo le indicazioni per Colverde.
Ricordiamo che Malga Fosse non si tratta di un locale aperto al pubblico ma si presenta come uno spiazzo sterrato al cui fianco sorge una stalla per bovini. La si trova 2Km dopo Passo Rolle, in direzione di San Martino di Castrozza. Qui saremo proprio sotto al Cimon della Pala e potremo già intravedere il percorso del sentiero che ci offrirà uno spettacolo continuo su questo tratto delle Pale di San Martino.

Difficoltà

Il sentiero dopo un iniziale tratto in discesa si eleva con una costante salita. Si attraverseranno piccoli corsi d’acqua e graziosi boschi, tra tane di marmotta e stelle alpine. La natura verde si alternerà alla grigia severità delle rocce delle Pale di San Martino.

Giunti sopra il paese di San Martino di Castrozza, tra pascoli animati da pecore e camosci, potremo intravedere dall’alto Malga Pala. Sulla nostra sinistra avremo l’attacco per la famosa ferrata Bolver Lugli. Proseguendo poco oltre, prenderemo il sentiero 706 e ci dirigeremo in basso verso il Rifugio Col Verde. Questo accogliente locale aperto al pubblico è situato tra la stazione di monte della cabinovia Colverde (che ha la sua stazione di valle a San Martino) e la stazione di valle della funivia Rosetta che porta sull’altopiano delle Pale di San Martino, presso la cima Rosetta. Se perderemo il sentiero, distratti da stelle alpine, pecore o marmotte, sarà sufficiente uno sguardo ai cavi della funivia per avere un’immediata idea della direzione da prendere per giungere a Colverde.

Il sentiero non presenta particolari difficoltà e in circa due ore e mezza saremo giunti alla nostra destinazione.

Da qui si aprirà un ventaglio di possibilità molto ampio. Non è da dimenticare la possibilità di salire con la funivia fino all’altopiano delle Pale. Per recarci a San Martino potremo invece ridiscendere con la cabinovia oppure a piedi su magnifici prati.

Panorami

Il sentiero qui descritto rappresenta una naturale platea sulle Pale di San Martino, sul Lagorai, sulle vette Feltrine e sulle altre montagne del Primiero (con interessante vista dall’alto del paese di San Martino di Castrozza).

TrentinoGift.it

 

Rientro

Non trattandosi di un percorso ad anello ci sono molti modi per concludere la gita (oltre a quella ovvia di percorrere il sentiero in senso inverso). Una possibilità è quella di avere una seconda macchina alla stazione di base della cabinovia Colverde. Un’altra possibilità è rappresentata dai mezzi pubblici, mentre un’altra ancora (per chi ha tempo ed energia) è quella di attraversare il paese di San Martino di Castrozza, salire verso la località Ces e dirigersi verso i laghetti del Colbricon per poi ritornare a Passo Rolle con una (lunghissima) camminata ad anello.

Fotografie e testi: A.Paluselli

 

« 1 di 2 »

Nota importante:

Per la massima sicurezza di chi si reca in montagna si raccomanda un’integrazione informativa tramite libri, mappe topografiche e/o informazioni provenienti da personale qualificato.
Le indicazioni fornite in questo sito sono puramente indicative e calcolate sul tempo di percorrenza di un escursionista medio. Questo sito e i suoi autori non si assumono nessuna responsabilità nel caso di incidenti, errori di percorso o altri disguidi che possano accadere a seguito della consultazione di queste pagine e dei relativi estratti di cartina. 

Qui trovi i libri della zona di Passo Rolle  |   Qui trovi le mappe della zona di Passo Rolle


 

Commenti Facebook
Riflessi nelle Dolomiti